Opera di Roma, Riccardo Muti non dirige

Riccardo_Muti_ritrattoDa tempo in una situazione di generale difficoltà, l’Opera di Roma dovrà fare ora i conti con la rinuncia di Riccardo Muti alla direzione di Aida (in cartellone dal 27 novembre) e le Nozze di Figaro. «Purtroppo, nonostante tutti i miei sforzi per contribuire alla vostra causa, non ci sono le condizioni per poter garantire quella serenità per me necessaria al buon esito delle rappresentazioni», così ha scritto il direttore d’orchestra in una lettera al Sovrintendente Carlo Fuortes. Una decisione, prosegue Muti, presa «con grandissimo dispiacere, dopo lunghi e tormentati pensieri». Dopo sei anni di lavoro all’Opera, il maestro Muti ha dichiarato di volersi dedicare in Italia «soprattutto ai giovani musicisti dell’Orchestra Cherubini da me fondata». Il Sovrintendente Fuortes e il sindaco della capitale Ignazio Marino proseguiranno nel loro impegno di risanamento economico (il disavanzo è di dodici milioni di euro) e gestionale del teatro, augurandosi in tal modo di ripristinare presto le condizioni per un ritorno di Muti a Roma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA